Thursday, May 22, 2014

Bagnai: chi non è d'accordo con me è un cialtrone terrorista (e oltretutto anche ridicolo)

In compenso, non ci mancherà il latte.




Ora, io mi chiedo: ma voi, che oggi fate la spesa sotto casa, a 65 anni prenderete ogni giorno l’aereo per farla a Manhattan? Così, per sapere… I cialtroni terroristi sistematicamente confondono il valore esterno della moneta (il suo tasso di cambio) con quello interno (il suo potere di acquisto). Se l’euro si svalutasse del 50%, significherebbe (a spanna) che un dollaro costerebbe del 50% in più. Ma voi il latte sotto casa lo comprate in dollari? L’obiezione (ridicola) è: “Ma le materie prime si comprano in dollari!”. Ma ragazzi: il costo delle materie prime è solo una parte del costo finale del prodotto,




http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/19/euro-quelli-che-se-ne-usciamo-ci-sara-la-corsa-agli-sportelli/990782/ - h/t Er Monnezza

7 comments:

  1. Se il sistema di trasporti odierno fosse basato sul mulo potremmo anche fregarcene del costo delle materie prime...

    ReplyDelete
    Replies
    1. E in più, potremo bere latte di mula.

      Delete
  2. Ma ragazzi... siete dalla parte dei negazionisti/sciechimichecistannoavvelenandotutti?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Eh? Bagnai si è messo a straparlare anche di scie chimiche?

      Delete
  3. inviterei il sig bagnai a cambiare immediatamente i tutti i suoi euro in pesos argentini o in real venezzuelani in modo da poter gustare in anteprima la primizia della svalutazione

    ReplyDelete
  4. Non è che tutti gli economisti siano cialtroni come questo professore dannunziano.

    Ad ogni modo racconto un piccolo episodio personale che mi è capitato mesi fa in Argentina:
    arrivo di sabato a B.Aires e devo cambiare qualche euro per cenare; per strada ci sono gli strilloni che sfruttano le necessità dei turisti (sapevo già dal passato che spesso ti rifilano soldi falsi) ma riesco a trovare un cambiavaluta ufficiale il quale però, mentre il cambio euro/pesos in internet era 1:8 me lo ribassa ad 1:6,7. Vabbè non c'è alternativa, cambio pochissimo, giusto per non stare a digiuno.
    Il giorno dopo vado in provincia ed il cliente mi indica un ufficio; vado e questo senza fiatare mi propone un cambio 1:12! Lo accetto (mai successo in altre Nazioni di trovare un cambiavalute più favorevole rispetto al cambio ufficiale) e chiedo poi spiegazioni al cliente. MIi dice che, vista la svalutazione tremenda subita dopo il crack dei tango-bond e pagata dalla popolazione, soprattuitto i più poveri, oggi chi può, avendo paura di una futura botta svalutativa, accaparra pregiata valuta straniera in tutti i modi dato che il Governo la limita.
    La SVALUTAZIONE è una brutta bestia e colpisce i muli non i proprietari di muli
    ma in Italia basta aggettivarla gradevolemente aggiungendo un simpatico COMPETITIVA
    e i muli (o meglio il popolo bue) la considerano come le tasse: una cosa bellissima.

    ReplyDelete